La facciata del Santuario della Madonna delle Galline si presenta svelta e slanciata, completamente pervasa da uno stile barocco “mesto e contrito, tutto stucchi”.

La parte inferiore, quella che dal portale arriva al cornicione, su cui si innalza il frontone piramidale, è costituita da due colonne e da due lesene, corinzie entrambe, e in stucco, poggianti su di un solido basamento rivestito con lastroni di pietra viva.

Nell’intercolumnio sono poste due nicchie: “quella di sinistra (la Pudicizia) echeggia presenze degli stilemi copiati dal Sammartino (l’altra statua, posta nella nicchia di destra, rappresenta la Speranza). La particolarità della facciata della chiesa di Maria SS. Incoronata del Carmelo, cioè le statue nelle nicchie, si rinnova nel prospetto della chiesa del Corpo di Cristo sempre in Pagani (…) e nella facciata mediosettecentesca della Chiesa del Carmine”.

Sul portale, la cui trabeazione è sorretta da due pseudopilastri in stucco, di ordine ionico, domina il bassorilievo, anch’esso in stucco, della Madonna del Carmelo con il Bambino. Il gruppo poggia su una massa di nuvole che sembrano avvolgere Madre e Figlio. La testa della Madonna è sormontata da una corona regale, sorretta da due angioletti. Colombe e teste d’angeli sono disposti nei vari medaglioni decorativi, fra le nuvole ed in altre parti della facciata.

il bassorilievo con la Vergine del Carmelo e il Bambino